09 novembre, 2008

boh...che titolo?... vitamins...



Monza
novembre 2008

5 commenti:

scarlettinas ha detto...

Che te ne pare di Vitamins??

scarlettinas ha detto...

dear Aki,
non ce l’ho con nessuno e quindi con tutti. Questi due pischelli direttori creatiuvi che se dovessi scrivere tutto ciò che combinano ne uscirebbe un altro “io speriamo che me la cavo”; con me stessa, con la non voglia di ritornare nel giro infernale del galeazzi tra operazioni, post operazioni, notizie sempre negative ecc. ecc., con alcuni amici, uno dei quali ora che è fidanzato, manco ha alzato la cornetta per chiedermi di persona come è andata la visita in quanto ormai la sua unica preoccupazione mei miei confronti è che le nostre mail vengano “condivise”. quindi se gli scrivo “come stai tutto bene”, mi vedo rispondere dall’altra “noi bene e tu? E questo mi manda il sangue al cervello: le melenserie adolescenziali a 37 anni mi provocano stati d’ansia, e nonostante non sia di primo pelo i cambiamenti drastici di personalità post fidanzamento riducono ulteriormente la considerazione che ho dei miei simili; io che se non sono al 100% in forma mi sento uno scarto della società (anche perché comunque non c’è dovere a cui io possa rinunciare per prendermi meglio cura di me); la situazione al posto di lavoro, con “cose che voi umani non vedrete mai...” La mia volontà di essere ovunque indipendente, anche nei sentimenti, nel senso ognuno a casa sua - che ha dei vantaggi ma comporta anche il fatto che a volte il condividere cose intime diventa complesso, e poi anche un po’ Grace – la persona che insieme a mio fratello rappresenta la mia famiglia – che a volte risulta essere una sorta di figlia perennemente di 19 anni, poiché soffre della sindrome di Peter Pan. Ognuno di noi si illude di non essere solo anche se in realtà si nasce individui. Sono stata messa di fronte alla solitudine del “cavarsela da soli” fin da bambina, quindi ho un buon allenamento, ma a volte una parte di me si ribella a ciò, perché la rabbia crea degli schermi su cui mi pare di vedere proiettati altri film in cui altre persone, più abili di me, si liberano di problemi e inconvenienti con molta nonchalance.
Sei pentito di avermi posto la domanda vero?’ :-))

onelulu ha detto...

ma allora anch'io dovrei usare il NOI?... se non fossi allergico a sto pronome... :-P

scarlettinas ha detto...

Non c’è proprio nulla di male nel “noi”. Dipende dall’uso che ne fai, (e ognuno può farne l’uso che vuole naturalmente). E’ ciò che poi suscita in me l’abuso del pronome e il fatto che uno non ci arrivi da sé a cambiare l’assetto dei rapporti. Se io e te siamo amici da anni il giorno in cui avrai una compagna è ovvio che me la presenterai e diventerà anche lei parte del team. Ma poi il nostro canale personale di amicizia non può diventare un “gioco a tre” per tua comodità o perché sei andato via di cervello, per ritornare improvvisamente a due il giorno in cui hai un problema con lei e vuoi un consiglio (che puntualmente disattenderai). Queste cose te le aspetti da tutti, che delusione se ti arrivanno da chi continua a dirti che ti vuole bene! Poi nei fatti manco uno squillo di telefono perché se no si distoglie dalla venerazione per due minuti. Mi fa schifo, come mi fa schifo avere l’achilleo che sta per rompersi perché il medico non mi voleva far fare l’ecografia, non ne posso più del male, del camminare come se me la fossi fatta sotto e delle rinunce. Quasi quasi divento raelliana...

Anonimo ha detto...

buy tramadolcheap no prescription buy tramadol ultram - buy tramadol cod next day delivery