27 luglio, 2008

si muore anche a hong kong



Hong Kong
Isola di Lantau
marzo 2005

4 commenti:

scarlettinas ha detto...

L'anche anche è rafforzativo?? Qualcuno dubitava che si possa morire ovunque?? Cambiano solo gli stili delle tombe. Ti avevo già detto della mia passione fotografica per i monumenti cimiteriali?? Un'altra delle mille fasi in cui sono passata :-))

onelulu ha detto...

ops... svista miope!
davvero?? anche a me piaceva fotografare tombe. poi in generale sono sempre luoghi tranquilli dove riposarsi (momentaneamente).
pero' sapevo delle nuovole, non delle tombe. bene, un altra cosa in comune.

scarlettinas ha detto...

Bhè io ci andavo perchè i monumenti cimiteriali a volte sono dei capolavori (più che altro quelli fino a metà 900) e mi ingegnavo a capire cosa i vivi volessero far trasparire del morto attraverso la tomba.Quindi mi piaceva immortalare questi pensieri attraverso le foto. Un altro motivo, analogo al tuo, perchè in quei luoghi si sta bene e mi sembrava di prepararmi agli eventi; terzo, ma questo è molto personale, perchè sentivo alcune anime vibrarmi intorno. Dopo le nuvole comunque il mio exploit di fotografa è terminato.
Ma tu andrai mai in vacanza?

onelulu ha detto...

solo 1 settimana in valtellina dai suoceri...
è che siamo in trattative per cambiare casa (vendita dell'attuale per comprarne una piu' grande)... quindi tempi duri di risparmio e di lavoro intenso.

il monumentale di milano e' bello. anni fa ho partecipato ad una visita guidata ed e' stato molto interessante (la capacita' di una guida turistica e' quella di non farti sentire troppo ignorante, di coinvolgerti e di farti anche un po' sognare ad occhi aperti... e quella guida e' stata proprio brava).

si, si... hai ragione... serve anche per prepararsi.

e le tombe dicono molto sui vivi e sui luoghi dove risiedono.

guarda questo sito che carino...
http://www.afterlifeseasons.com/